Zucchine secche sottolio

Zucchine secche sottolio
Le zucchine secche sottolio sono un po’ elaborate come preparazione ma ripagano della fatica con un gusto speciale. Servitele come antipasto insieme a qualche salume a ad altri sottoli o sottaceti, oppure come contorno a un secondo.
La ricetta è della mamma abruzzese di un nostro amico. Provatele, sono uniche!

Ingredienti

zucchine 3 Kg.
acqua 250 cc. (o vino bianco)
aceto di vino bianco 750 cc.
olio evo per i vasetti

spezie a piacere:
pepe in grani
peperoncino
aglio
origano
ecc. ecc.

attrezzatura:
essiccatoi (se non li avete stendete una tovaglia pulita sullo stendibiancheria)
retina anti-insetti
pentola e ramina
telo pulito per far sgocciolare
vasetti con coperchi nuovi
grigliette/pressini appositi
sole, sole, sole… 😉

Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a fette lunghe – non troppo sottili perchè nell’essicatura diventerebbero tipo veline – sistemare le fette una accanto all’altra negli essiccatoi (o sullo stendibiancheria cercando di bloccarlo in modo che non si rovesci per un improvviso colpo di vento! già successo 😉 !), coprire con la retina anti-insetti e mettere al sole.
Dopo qualche ora controllare le fette e risistemarle dato che un po’ si saranno già asciugate.
In genere mi occorrono 2 giornate piene di esposizione al sole, ovviamente di notte ritirare tutto dentro casa per non fargli prendere l’umidità notturna.
Il giorno dopo mettere di nuovo al sole e quando sono pronte (devono essere asciugate e un po’ secche come nella foto) preparare la pentola con i liquidi e fare bollire, versare le zucchine un po’ alla volta e dalla ripresa del bollore calcolate 2-3 minuti di bollitura.
Scolarle e sistemarle su un telo pulito e farle asciugare (meglio se davanti a una finestra aperta) per qualche ora – coprendole con la solita retina.
Prendere i vasetti sterilizzati e i nuovi coperchi, preparare le spezie scelte, l’olio e iniziare a riempirli: sistemare sul fondo qualche grano di pepe, un peperoncino piccante, uno spicchio di aglio, una spolverata di origano (o quello che si preferisce) poi sistemare le fette di zucchina pressandole leggermente, aggiungere un po’ di olio e proseguire con le zucchine fino a riempire il vasetto terminando con altre spezie (si possono aggiungere anche a metà del vasetto).
Far uscire le bolle d’aria (io mi aiuto con uno spiedino di legno) e coprire i vasetti con i coperchi ma senza chiuderli, sistemarli in un posto fresco e il giorno successivo controllare il livello dell’olio, aggiungerne ancora se serve, quindi sistemare l’apposita griglia/pressino e chiudere bene.
Lasciar riposare almeno un mese prima di consumare, attenzione perché creano dipendenza!

PicMonkey Collage2

Print Friendly, PDF & Email

Related posts:

Rispondi